un’Acqua e una Luce unica #SorgenteSantissima

un momento unico

bellissimo

mi trovo alle Sorgenti della Santissima a Polcenigo

e vivo una delle situazioni che mi ispirano di più in assoluto

 

racconto l’Acqua e la sua purezza, gioco con la Luce, con il Colore, le ombre

1 giugno 2020, Sorgenti della Santissima, POLCENIGO (PN)

 

“è una storia di biciclette, questa.” #Biciclette

“è una storia di biciclette, questa.”

Quel fine settimana, quello del 9 maggio, ero ancora a pensare, elaborare una azione fattibile per la mia mobilità (nell’immediato occorre produrre fotografici sulla Pedemontana) nel pieno rispetto della natura che abito e per lo sviluppo di servizi sulla mobilità in appoggio a Workshop in programma sul territorio e per la Comunità.

Mi relaziono con Lorenzo Minatelli, che trovo attento, curioso e interessato a ciò che sta in “laboratorio”, interessato abbastanza da aderire subito alla piccola (per ora..) rete di impresa locale, della Pedemontana

“è una storia di biciclette, questa.”

mettiamo in fila, i punti “salienti” di questo racconto:

  • cerco di procurarmi un mezzo utile, non invasivo comodo + rispettoso dell’ambiente. Provo una bicicletta di Lorenzo e vado per sentieri. 
  •  Nel periodo di Lock Down, mentre tutti stanno a rispettare le regole in emergenza sanitaria (sono residente qui sulla Pedemontana) a Venezia (dove sono domiciliato) e più precisamente al Lido, fanno razzia di biciclette tutte incatenate davanti al Tempio Votivo (mi viene anche in mente il brano di Paolo Belli “Ladri di Bicilette”) e in mezzo c’era anche la mia cara bicicletta californiana con freno a pedale (freno a scatto..)
  • Trovo Lorenzo in accettazione al nostro progetto

= s’ha da fare

Ciao, alla prossima puntata, 

sulla storia dell’azienda MINATELLI 1933, di Polcenigo (PN)

* Tempio votivo è un sacrario e ossario militare dove giacciono i caduti delle due guerre mondiali ed è situato sull’isola del Lido di Venezia. La chiesa, intitolata …

#rubrica #Flora della Pedemontana. 30 maggio 2020

Ciao sono Marco, 

come gli scorsi anni insieme all’associazione 

Comitato del Ruial de San Tome‘“ di Budoia, 

era in programma l’escursione guidata alla scoperta delle orchidee spontanee attorno al Col del Noseleit, ma per il Covid19 è stata rimandata al prossimo anno. 

Possiamo però consolarci con le bellissime immagini scattate dall’amico Mirco, fotografo professionista, che ritrae una delle orchidee spontanee presenti sul nostro territorio: 

la Ophrys Apifera in uno dei suoi ambienti di crescita. 

Questa bellissima orchidea che a prima vista sembra un’ape posata su di un fiore è  autogama, dove grazie a due sottili caudicole, incurvandosi portano il polline alla cavità stigmatica autoimpollinandosi. 

Questa strategia in assenza del suo specifico insetto impollinatore, assicura la maturazione di quasi tutti gli ovari contenenti centinaia di piccolissimi semi, pronti dopo un paio di mesi ad essere dispersi dal vento anche a km di distanza. Fiorisce dalla metà di maggio fino ai primi di giugno e come tutte le orchidee spontanee è una specie protetta ed è vietata la raccolta e l’eradicazione.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

la gallery cliccando qui di seguito fotogallery

LaPlatha.org #organizzazione

LaPlatha.org 🙌

Attività di Network e Social Media Narrativa 

Avviata nei primi giorni di marzo 2020 e sviluppata in tempo di COVID19, si occupa di Valorizzazione della Comunità e del Territorio 

•organizzazione, Rete di Impresa Locale

dedicata alla Pedemontana Occidentale

•da Caneva a Polcenigo,

passando per Budoia, Aviano

fino a Montereale Valcellina 🙌

 

 

abbiamo una pagina Facebook,
che è …. la nostra organizzazione,
la nostra neonata rete di impresa locale (per ora.. 😉)
che metterà in rete anche quelle dei nostri conterranei, originari
residenti in Italia e nel Mondo •visitatela 🙌

 

questo sotto è il link per il

gruppo in Facebook de LaPlatha

e per chi vuole esprimere IDEE e PROGETTI, siamo in GRUPPO di lavoro qui

AMO la PEDEMONTANA •idee e progetti da_La Comunità

© mircobassoph.com

dalla finestra del #Ciastelat

2 maggio 2020

  • Dardago di Budoia, (PN)

timelapse


x laPlatha © mircobassoph.com

“un centinaio di scatti fotografici a documentare le nuvole, donarvi un momento di luci e ombre” 

#pedemontana #ritratto #narrativa #riconoscenza #gratitudine #Ciastelat #aggregazione #origini #Territorio #appartenenza #Friuli #TimeLapse #LaViadelGusto #fotografia  #friuli #friuliveneziagiulia_cartoline #friuliveneziagiulia_love @instagram @geotravelnetwork_ #dardago #pedemontanapordenonese

#talento #libertà #aggregate #talenti #servizi #pedemontana #friuliveneziagiulia @regionefvg #socialmediamarketing #management #narrazione #reportage #comunità #storytelling

SEGUI ▶️ https://inplatha.blog

una produzione ©️ mircobassoph.com

25 aprile 2020 – Onore e Libertà . #laPlatha

In questa #Giornata #Onorare il #Sacrificio di molti per #Liberare l’ITALIA

 

#Liberarci OGGI dalle #Paure per questo nostro PRESENTE e per saper #VIVERE al meglio il NOSTRO #prossimofuturo

 

 

© mircobassoph.com

da Budoia (PN), 25 aprile  2020

  • Twitter: @La_Platha #LAPLATHA
#OGGI #Partenza #Vittoria  #Nuovo #noPaura #Pedemontana #FriuliVeneziaGiulia #Budoia

 

 

#laLibertà

#laLibertànonhaprezzo

LA LIBERTA’ È PARTECIPAZIONE

siamo pronti 

abbiamo sempre lavorato dall’inizio del blocco

ci siamo dati da fare 

stiamo procedendo e messo in pratica la prima parte del nostro progetto

noi non facciamo andare avanti gli altri e poi correre per raggiungerli 

è così tutto molto accelerato che abbiamo scelto di darci da fare sin da subito

perché abbiamo la libertà della mente e dell’animo per fare 

  • LA LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE

– QUI IL BRANO di GABER e il nostro video

#noiabbiamolalibertàdi #agire #fare #scegliere #noisiamoperilFARE #noisiamoAUTONOMI #noiesercitiamoLALIBERTà #noisiamoperSOSTENERCI #noisiamoperlaCOMUNITà

al mattino ..

al mattino

Mi sveglio che è presto

Sento i volatili che camminano sul tetto

è fine marzo penso

Leggo un libro e ascolto musica per meditare

È il ventisettesimo giorno che mi sono ritirato dalla meravigliosa Venezia. Sento pace attorno a me …

Ieri sera ho cucinato un piatto che mia madre mi faceva quando ero piccolo, il “pan bollito”. Il fuoco nel caminetto andava lento, dopo gli scoppiettii iniziali

….ogni sera per scaldare l’anima e sentire meno la distanza dalla mia famiglia.

Questa mattina c’è il sole. Mi affaccio alla finestra e osservo il silenzio e la pace che mi circonda. È fredda l’aria..

L’aria che scende dalla Val De Croda con le cime leggermente innevate. Scendo per il rito

lento e pacifico della colazione

“brevi racconti” di #GianPietroFort

Dominia dopomesdi’…

parte con dute le cjarte in regola* par pode’ lavora’.

 

Incontre Marcello, un che cognosse,

al fa’ el murer,

sudat e plen de busie el me dis che i tocia sta’ a cjasa.

 

Ma a’ lava’ le tecje proprio no i va’…, lé mejo i ciastegners.

Lo salude mette la prima ma el me ferma:

“na’ volta co te meteva el merle in chéba calcossa el feva ma

adess nencia cianta’,  le’ pi’ bon!”

__________________________________

“brevi racconti” di 

Gian Pietro Fort

  • *autocertificazione
    #GianPietroFort

Poesia

Poesia scritta durante l’epidemia della peste del 1800

E la gente rimase a casa
E lesse libri e ascoltò
E si riposò e fece esercizi
E fece arte e giocò
E imparò nuovi modi di essere
E si fermò

E ascoltò più in profondità
Qualcuno meditava
Qualcuno pregava
Qualcuno ballava
Qualcuno incontrò la propria ombra
E la gente cominciò a pensare in modo differente

E la gente guarì.
E nell’assenza di gente che viveva
In modi ignoranti
Pericolosi
Senza senso e senza cuore,
Anche la terra cominciò a guarire

E quando il pericolo finì
E la gente si ritrovò
Si addolorarono per i morti
E fecero nuove scelte
E sognarono nuove visioni
E crearono nuovi modi di vivere
E guarirono completamente la terra
Così come erano guariti loro

(Kitty O’Meary 1839- 1888)